Privacy Policy

Di Maio incontra le Iene

Oggi ho incontrato Filippo Roma de Le Iene. Come promesso l'ultima volta che ci siamo incontrati, abbiamo verificato tutti i bonifici che ho effettuato al fondo del Microcredito per un totale di oltre 150.000 euro, certificato dal direttore della banca. Ho anche rinunciato alle indennità aggiuntive da vice presidente della Camera. In tutto ho restituito o rinunciato in 5 anni di legislatura a più di 370.000 euro. Alcuni portavoce hanno violato le nostre regole e non hanno donato tutto quello che avrebbero dovuto. Un tradimento dei nostri principi e della fiducia dei nostri iscritti. Per questo saranno cacciati dal MoVimento e si sono impegnati a rinunciare all'elezione. La stragrande maggioranza dei nostri portavoce hanno ottemperato gli impegni presi e infatti nel fondo per il microcredito ci sono oltre 23 milioni di euro. Abbiamo chiesto al MEF l'elenco completo dei bonifici e chi non risulterà in regola per me è già fuori. Non facciamo sconti a nessuno, tantomeno a noi stessi e pubblicheremo la lista completa.

Chi pensa di farci la morale abbia la dignità di starsene zitto e andarsi a nascondere. Renzi, che non conosce la Storia italiana, ci ha paragonato a Craxi e al mariuolo Chiesa. Mario Chiesa venne colto in flagrante mentre accettava una tangente di sette milioni di lire, in seguito vennero scoperti suoi conti in Svizzera di miliardi di lire. Chiesa non era uno che restituiva poco, era uno che si fotteva tanto. Non mi stupisce che Renzi non comprenda la differenza. I suoi parlamentari non hanno restituito un centesimo. Si sono intascati milioni e milioni di euro a sbafo. Tutti i soldi che noi abbiamo messo lì dentro permettendo la creazione di oltre 7.000 imprese, loro se li sono messi in tasca. Ognuno di loro mentre milioni di italiani stanno in condizioni di povertà ha preso una media di 145.000 euro a testa a cui avrebbero potuto fare a meno. Ingordi! Senza considerare il vitalizio, le auto blu, l'aereo blu, l'elicottero blu e tutti i loro osceni privilegi.

Hanno arraffato il più possibile L'unica cosa che Renzi ha restituito agli italiani è il traditore della Patria Silvio Berlusconi. Renzi come livello di promesse mancate è ben al di sotto delle nostre mele marce: aveva detto che se perdeva il referendum che aboliva il Senato si sarebbe ritirato dalla vita politica e oggi è candidato al Senato. E' partito da rottamatore e si è ridotto a macchietta della politica. Da Renzi a Razzi il passo è breve.

PARTECIPA SCEGLI CAMBIA

Se volete conoscere e discutere i 20 punti del programma elettorale M5S venite a trovarci al mercato di Borgaro.
Di seguito potete prendere visione delle date in cui i consiglieri e gli attivisti sono presenti al banchetto.
Il 17 febbraio saranno presenti anche i candidati alle elezioni parlamentari per Camera e Senato.

LE PROFEZIE


Dopo la profezia di Fassino ( peraltro avverata) e l’avvenuto risultato delle elezioni che ha portato il M5S alla guida del comune di Torino attendiamo con fede l’avverarsi della profezia del consigliere Barrea che auspicando l’insediamento al governo del M5S , potrà dimostrare se “sono veramente i migliori per risolvere i problemi italiani al posto nostro “, affermazione pronunciata con toni accesi, troppo accesi e veementi durante la seduta del Consiglio Comunale del 20/11/2017.
Una seduta consiliare che apparentemente doveva rivelarsi tranquilla e che invece ha infervorato gli animi della maggioranza in primo luogo dell’assessore Casotti, e successivamente del consigliere Barrea portando i decibel dei medesimi a livelli insostenibili e con esternazioni fuori luogo, dimenticandosi che tutto cio’ avviene in un Consiglio Comunale, momento istituzionale nonchè luogo democratico, e non casa loro.
Fuori luogo sono state anche e affermazioni del Sindaco in merito alle quote che dovranno pagare ad un avvocato tributario per verificare la correttezza della manovra deliberata per il recupero dei crediti inevasi di due ditte borgaresi, manovra condotta in modo eccellente ( parole sue) e a vantaggio del comune, anche se la vicenda è stata condotta dall’amministrazione al di fuori di quanto previsto per legge. “ Fossimo stati in una banca questa manovra di recupero ci avrebbe fatto fare avanzamenti di carriera, ma purtroppo siamo in un comune… e dobbiamo seguire le leggi. Frase che risulta discutibile visto che siamo appunto in un comune e non in ente privato.
Come altrettanto incauta è stato il commento sulla “ dimenticanza” dell’amministrazione di presentare richiesta delle quote di pagamento a carico della Società Polisportiva UISP River relative a energia elettrica, riscaldamento e conduzione centrale termica. Una dimenticanza che è durata dal 2003 fino al 2016. E motivata dal Sindaco con queste parole “ l a richiesta di pagamento si è arrestata nel 2003 per motivi ancora da appurare. Basta che un funzionario vada in pensione che viene a mancare la memoria storica” scaricando ancora una volta la colpa sui funzionari e non assumendosene la responsabilità.
Troviamo molto preoccupante un amministrazione che si vanta continuamente di tutelare i cittadini e che poi scivola su dimenticanze o presunti atti illegittimi ( su cui non è certo compito nostro indagare) 
Ma non erano loro gli esperti della politica e dell’amministrazione pubblica?
Sarebbe il caso che si occupassero veramente di tutelare i cittadini non con grandi opere inutili, ma con piccoli interventi necessari alla comunità. Ad esempio si riuscirà a cambiare la porta di sicurezza tagliafuoco del centro Danza a Cascina Nuova che da circa un ‘anno e mezzo risulta difettosa nell’apertura o dobbiamo aspettare che capiti qualcosa?
23/11/2017
Consiglieri M5S Cinzia Tortola e Alessandro Carozza

INDAGINE PER LA SICUREZZA DI BORGARO

Cari concittadini, il gruppo M5S e i Consiglieri di Borgaro Cinzia Tortola e Alessandro Carozza hanno pensato di istituire periodicamente dei sondaggi per far emergere di volta in volta il vostro punto di vista, le vostre opinioni, le vostre proposte. Grazie a voi potremo portare in Consiglio Comunale le vostre richieste e farci portavoce dei vostri bisogni.

Collaborando insieme possiamo unire le forze per migliorare il nostro comune e partecipare al bene comune.
Una volta al mese pubblicheremo un sondaggio che richiederà pochissimo tempo per la compilazione che potrete fare direttamente sulla pagina FB cliccando sul seguente link :

https://goo.gl/forms/fiLpHEViwUYbYIsz2

Per iniziare, il tema di questo primo sondaggio lo suggeriamo noi, ma i prossimi saranno proposti e scelti da voi!
Vi chiediamo di scegliere nell'elenco sottostante quelli che ritenete essere i punti pericolosi per la sicurezza ciclo pedonale e/o transito automobilistico presenti a Borgaro T.se.

grazie per la collaborazione!

PROVE DI DIALOGO E “INVASIONI BARBARICHE”

La sera del 4 aprile presso la Sala Consigliare si è tenuto a Borgaro l’incontro pubblico con i cittadini sul tema “Sicurezza linea 69 e campi ROM”, organizzato dal Movimento 5 Stelle di Borgaro, presenti una rappresentanza dei Consiglieri del Comune di Torino e del Comune di Borgaro e comitati cittadini dell’area nord di Torino, il comitato locale e tanti cittadini borgaresi, di cui si ringrazia tutti per la partecipazione.

Vogliamo premettere, per chi si aspettava ieri sera che fossero trovate immediatamente le soluzioni a tutti i problemi, che se si vogliono trovare reali soluzioni e non promesse da campagna elettorale bisogna iniziare seriamente a occuparsi del problema, come si è iniziato a fare in questa serata cui seguiranno altri incontri. Il nostro obiettivo era di iniziare ad attivare un dibattito tra i cittadini e le istituzioni: per la prima volta un’amministrazione Comunale di Torino è venuta ad ascoltare i problemi dei cittadini in un confronto aperto. Il vero e unico protagonista doveva essere il cittadino. Le premesse fatte all’inizio della serata dal Consigliere M5S Cinzia Tortola, dalla vice Sindaco Federica Burdisso, e dal Consigliere capogruppo di Torino, Alberto Unia sono state invece clamorosamente disattese: i temi trattati nella serata sono rigorosamente apartitici e apolitici perché la salute e la sicurezza non hanno né bandiera né colore. Ciò nonostante alcuni “personaggi politici” hanno volutamente strumentalizzato l’incontro.
Ha iniziato l’ex senatore D.L., ed ex sindaco Vallone che ha sfoggiato lezioni di buon senso, omettendo o dimenticando, forse, che esiste una imponente normativa europea ratificata dall’Italia sul tema dei ROM, si è proseguito con un’esaltata arringa sull’indagine in corso delle cooperative di Torino del Consigliere regionale di Fratelli d’Italia/Alleanza Nazionale Maurizio Marrone cui si sono accodati gli interventi del gruppo Latella e simpatizzanti. Tutti interventi fuori luogo e fuori tema.
I campi ROM rappresentano casi emblematici della disattenzione degli amministratori pubblici che per decenni hanno rimandato il problema. I dati presenti in una recente relazione della Commissione Europea indicano che per il nuovo periodo finanziario 2014-2020, tramite il Fondo sociale europeo, saranno destinati agli investimenti in capitale umano, occupazione e inclusione sociale almeno 80 miliardi di euro. L’obiettivo è garantire risorse finanziarie adeguate per l’integrazione dei Rom, della cui gestione sono responsabili gli Stati membri.
L’amministrazione di Torino ha pubblicamente dichiarato che il problema dei campi ROM e nello specifico quello di Strada dell’Aeroporto è un punto importante nella loro agenda dei lavori, su cui hanno la massima allerta e la massima attenzione. Gli impegni che sono stati presi sono: 1) a breve sarà discusso in Giunta Comunale a Torino il problema della sicurezza linea 69 per trovare soluzioni di continuità poiché il contratto con i City Angels scadrà a giugno, il Consigliere Unia si è preso l’impegno personale di incontrare nuovamente i cittadini borgaresi; 2) è stata attivata, sempre a Torino, una commissione di lavori specifica sul tema ROM cui siamo stati calorosamente invitati a partecipare, cittadini e amministratori e cui si spera partecipi in modo attivo e costruttivo anche il Comitato di Borgaro “ Sicurezza Linea 69”; 3) si andrà poi a intervenire sulla bonifica della zona, istituendo anche dei possibili sistemi di videosorveglianza per monitorizzare il fenomeno dello scarico di materiale abusivo presso i campi; 4) si studierà la modalità per procedere allo sgombero del campo secondo le direttive dell’Unione recepite nel diritto nazionale, utilizzando le quote economiche assegnate dal fondo sociale europeo. Questi sono impegni precisi.
Resta aperta ancora un’ultima domanda.
Ma il Sindaco di Borgaro perché non è venuto? I temi trattati nella serata non meritavano la sua presenza?

6 marzo 2017 - Consiglieri M5S Cinzia Tortola e Alessandro Carozza

SICUREZZA LINEA 69 & ROGHI TOSSICI

MARTEDÌ 4 APRILE ORE 21 PRESSO LA SALA CONSILIARE DEL COMUNE DI BORGARO.

Si invitano i cittadini a partecipare numerosi per avere un confronto
e dei chiarimenti a riguardo delle problematiche e delle possibili
soluzioni.

 

Allegati:
Scarica questo file (borgaro 4aprile sito.jpg)borgaro 4aprile sito.jpg[ ]35 kB

#IODICONO

#IoDicoNo
Martedì 22 Novembre, ore 21:00, presso Villa Tapparelli via Matteotti 11 Borgaro Torinese,
incontro organizzato dal Movimento 5 Stelle Borgaro, parleremo della Riforma Costituzionale e dei motivi del NO al Referendum del 4 Dicembre 2016.
Parteciperanno:

Giorgio Bertola - Portavoce M5S Regione Piemonte

È una battaglia che appartiene ai cittadini, non è di sinistra, non è di destra, non è di centro. È la battaglia di tutti. Con le modifiche proposte da questo governo, il Senato resterà dov’è, l'immunità sarà elargita a consiglieri regionali e sindaci, i procedimenti legislativi si moltiplicheranno e verrà cancellato il diritto dei cittadini italiani di votare per eleggere il Senato.

Vi aspettiamo numerosi!!

 

 

UNO SPORTELLO DI ACCOMPAGNAMENTO AL MICROCREDITO?

UNO SPORTELLO DI ACCOMPAGNAMENTO

AL MICROCREDITO?

SI PUO’ FARE!

I gruppi consiliari M5S di Borgaro, Caselle ,Leinì, Settimo e Volpiano hanno firmato una mozione presentata sia al Consiglio dell’Unione dei Comuni Net che ai reciproci Consigli Comunali richiedendo l’apertura di uno sportello di accompagnamento alla richiesta di microcredito per tutti coloro che intendono avviare una attività ma che non hanno capacità di garanzia propria e/o non sono comunque in grado di far ricorso autonomamente al credito bancario ordinario. Ricordiamo che nel mese di aprile 2016 anche il Consiglio regionale del Piemonte ha approvato un O.d.G. presentato dai consiglieri M5S che impegna la Giunta ad attivarsi per poter recepire anche le erogazioni liberali permettendo così di far confluire nel fondo di garanzia anche i tagli volontari degli stipendi dei consiglieri M5S che ad oggi ammontano a circa 355.000€. 

Lo sportello di accompagnamento verrà gestito da una rete di istituzioni no profit, coordinate e rappresentate dalla Fondazione don Mario Operti onlus, che dal 2004 opera già sul territorio provinciale e regionale promuovendo iniziative a sostegno di tematiche a forte impatto sociale.

La nostra richiesta è quindi rivolta al sostegno della promozione dell’imprenditorialità nel territorio dell’Unione dei Comuni NET e abbiamo chiesto ai singoli Comuni di sostenere per quanto di loro competenza questa iniziativa. Per il comune di San Mauro si procederà ovviamente con una delibera di Giunta.

La nostra proposta prevede infine che lo sportello sia collocato presso il CIM di Mappano in considerazione della  posizione strategica del CIM rispetto ai territori concentrici.

Altri articoli...

LA COSA - guarda la webTV del MoVimento 5 stelle

 

 

Passaparola

il comune di Borgaro

Informazioni su questo sito

Il MoVimento 5 Stelle è una libera associazione di cittadini. Non è un partito politico nè si intende che lo diventi in futuro. Non ideologie di sinistra o di destra, ma idee. Vuole realizzare un efficiente ed efficace scambio di opinioni e confronto democratico al di fuori di legami associativi e partitici e senza la mediazione di organismi direttivi o rappresentativi, riconoscendo alla totalità dei cittadini il ruolo di governo ed indirizzo normalmente attribuito a pochi.

Il sito rappresenta il contenitore locale creato grazie ad uno degli attivisti per facilitare la gestione delle informazioni, organizzare gli incontri e rendere pubbliche le attività del gruppo MoVimento 5 Stelle di Borgaro Torinese. I suoi contenuti sono generati da attivisti e simpatizzanti. All'interno del forum chiunque, previa registrazione, ha la possibilità di dire la sua e proporre temi che possono essere così discussi dagli utenti del sito.


Questo sito inoltre non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. Gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy. Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.

Privacy Policy