Privacy Policy

I NETBOOK DATI ALLE SCUOLE!!!

I NETBOOK DATI ALLE SCUOLE, VANTO DELL'AMMINISTRAZIONE COMUNALE, QUANDO NON FUNZIONANO DOVE VANNO A FINIRE? ABBANDONATI NEL BAGNO DEL COMUNE !

La precedente amministrazione nonché l’attuale si è sempre vantata di essere tra le prime amministrazioni in Italia a fornire agli studenti i netbook, riconoscendo come scopo primario del Comune la digitalizzazione nella didattica scolastica, investendo negli ultimi 5 anni oltre un milione di euro per dotare tutti i plessi scolastici di reti wireless,hot spot,lavagne multimediali nonché notebook agli alunni, dimenticandosi, forse per distrazione, la scuola di Mappano Borgaro.

Per dare anche un’enfasi politica invitarono persino l’ex ministro dell’istruzione Profumo (noto oggi per essere stato nominato da Fassino, poco tempo prima delle elezioni,Presidente della Compagnia San Paolo).

I consiglieri M5S di Borgaro hanno sempre contestato questa scelta sia perché la qualità della didattica non si basa solo sull’informatizzazione degli strumenti didattici e sia in considerazione delle difficoltà da sempre dichiarate dal Comune nel far fronte alle pressanti richieste economiche di manutenzione delle scuole.

Inoltre nel Consiglio Comunale di aprile 2016, il M5S ha presentato una mozione, bocciata dalla maggioranza, in cui si richiedeva un atteggiamento di precauzione a tutela della salute degli alunni in considerazione di quanto riportato da numerosi, attendibili e qualificati studi scientifici nazionali ed internazionali che attestano il rischio potenziale e gli elementi di nocività delle onde elettromagnetiche, scaturite da tecnologie di comunicazione senza fili, come peraltro richiesto dall’UE.

Casualmente è stato scoperto che nel bagno vicino alla Sala Consiliare si trovano buttati alla rinfusa per terra un numero considerevole di netbook non funzionanti.

Ma all’epoca dell’acquisto,vista l’ingente somma di denaro spesa(un milione di euro), fu stipulata anche una forma di assistenza tecnica? E i netbook non funzionanti vengono sostituiti o riacquistati ? E infine non esiste un luogo più appropriato in cui riporli? Queste domande le poniamo al Sindaco e come portavoce dei cittadini vogliamo delle risposte, visto che comunque si tratta dei soldi di tutti noi cittadini...

23 giugno 2016- Consiglieri M5S Alessandro Carozza e Cinzia Tortola

Come spendere €25.000

Cari concittadini...come avete letto nel post che abbiamo pubblicato il 19 giugno 2016 sulla nostra pagina facebook e che abbiamo inviato come comunicato stampa ai giornali locali...il comune ha deciso di impegnare nel bilancio preventivo 25.000€ per ripristinare l'orologio ad acqua di fronte al comune.
Noi abbiamo manifestato il nostro parere contrario,chiedendo all'amministrazione di incominciare a porsi il problema di CHIEDERE AI CITTADINI come vorrebbe spendere parte dei soldi messi a bilancio, nel principio del Bilancio Partecipativo su cui lavoreremo in questi mesi per preparare una mozione all'amministrazione.
Quindi lanciamo un sondaggio aperto a tutti i borgaresi per chiedervi: SECONDO VOI COSA SI POTREBBE FARE CON QUESTI 25.000€ ? scriveteci qui sul sito o se preferite scrivete al seguente indirizzo mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Grazie!

#separtecipidecidi

Ballottaggio

Domenica 19 Giugno si vota per il ballottaggio a Torino, Pinerolo, Alpignano, San Mauro, sarà #pokerdistelle 

Vorremmo ricordare comunque che il Sindaco di Torino sarà automaticamente anche Sindaco della Città Metropolitana di Torino (ex Provincia).

Questo significa che "grazie" al PD, anche se noi residenti nel Comuni della ex-provincia saremo condizionati dall'esito del voto, ma il diritto di voto ci è stato negato.

Per questo il libero voto dei torinesi diventa doppiamente importante!

Visto che a Torino voterai e voteranno anche per noi, ti chiediamo di VOTARE e FAR VOTARE Chiara Appendino !

Grazie!!! Perché #lalternativaéChiara

 

la trappola del gioco

la trappola del gioco
se la conosci, la eviti

Interveranno:

_ Giorgio Bertola Consigliere e Capogruppo M5S Regione Piemonte


_ Dott.ssa Angela De Bernardis Direttore s.c. Ser.T.Cirie ASL 4


_ TAXI1729 http://www.taxi1729.it/

Le ultime toccanti parole di Casaleggio, un testamento politico

Le ultime toccanti parole di Casaleggio, un testamento politico:

"Nel buio guardo le luci verdi dei macchinari e sento il brusio dei loro suoni meccanici, riesco a sentire il respiro della morte che si avvicina… Mille pensieri mi attanagliano. Non provo più emozioni nel seguire la politica e nemmeno nel leggere e nello scrivere da troppo tempo ormai. Questo mi fa sentire terribilmente colpevole.
Abbiamo creato un sogno, un sogno meraviglioso; un sogno purtroppo incompleto. La politica dovrebbe essere qualcosa di più importante: per esempio le storie d’amore, l’arte, i sogni di quando eravamo bambini…
Quello che posso portare con me sono solo i ricordi rafforzati dall’amore. Solo adesso ho capito che dobbiamo perseguire altri obiettivi che non sono correlati alla ricchezza. Non fermarsi a perseguire la ricchezza potrà solo trasformare una persona in un essere contorto. Questa è la vera ricchezza che ti seguirà, ti accompagnerà, ti darà la forza e la luce per andare avanti. La politica italiana deve diventare questo: amore per il prossimo, non per i soldi.
Vorrei poter fare di più.
Ho apprezzato il fatto che io e gli altri abbiamo coinvolto e intrattenuto tutta questa gente. Ma devo essere uno di quei narcisisti che apprezzano le cose solo quando non ci sono più. Sono troppo sensibile. Ho bisogno di stordirmi per ritrovare quell’entusiasmo che avevo da bambino. Durante le ultime tre campagne elettorali sono riuscito ad apprezzare molto di più le persone che conoscevo personalmente e i sostenitori della nostra idea, ma ancora non riesco a superare la frustrazione, il senso di colpa e l’empatia che ho per tutti.
Per esempio quando saliamo sul palco e le luci si spengono e sento alzarsi forte l’urlo del pubblico, non provo quello che prova Beppe, che si sente inebriato dalla folla, ne trae energia e io l’ho sempre ammirato e invidiato per questo. Il fatto è che non posso imbrogliarvi, nessuno di voi. Semplicemente non sarebbe giusto nei vostri confronti né nei miei. Il peggior crimine che mi possa venire in mente è quello di fingere e far credere che io mi sia contento al 100% di come sono andate le cose.
So che c’è del buono in ognuno di noi e credo di amare troppo la gente, così tanto che mi sento troppo triste a vedere come è ridotto il nostro paese. Vi prego dal profondo dell’anima, diventiamo amore. Solo così potremo farcela. Non distruggete questo sogno, non distruggete l’Italia, non distruggete il nostro pianeta!

(Gianroberto Casaleggio)

IL PD RISCRIVE LA STORIA DI MAPPANO COMUNE A PROPRIA IMMAGINE E SOMIGLIANZA

Una delegazione M5S ha partecipato all'incontro organizzato dal Pd al CIM sul tema Mappano Comune per sentire ciò che non ci è stato comunicato in maniera ufficiale nei quattro consigli comunali in cui siamo presenti (Borgaro, Caselle, Leini e Settimo Torinese), come se la questione riguardasse solo gli amministratori di maggioranza.

Erano presenti tre sindaci PD, il vicepresidente della Regione Reschigna (PD) ed il consigliere regionale Valle PD anche lui. Insomma, una kermesse pre elettorale in cui il partito ha provato a mettere il famoso“cappello”sulla vicenda Mappano Comune. 

Ricordiamo invece, ad onor di cronaca, come l'iter per l'istituzione della nuova municipalità sia partito sotto la Giunta Cota con la contrarietà di tutti gli amministratori locali, senza distinzioni tra Pd e Pdl. Inoltre, se a più di tre anni da quel referendum non è stata ancora realizzata la nuova municipalità, è solo a causa degli esposti targati PD (Settimo torinese) e PDL (per mano dell'ex sindaco Coral di Leini).

Gli interventi si sono avvicendati in un clima al limite della dissociazione in cui si sono alternati pensieri di affetto, augurio e positività verso la risoluzione positiva del contenzioso e contemporaneamente affermazioni più sommesse e perentorie su dubbi, perplessità, ostacoli dovuti alla scarsità di risorse umane ed economiche da spartire che rischiano di mettere in ginocchio i comuni cedenti,paventando il rischio di nuovi ricorsi.

L’unica cosa che ci è sembrata certa e sicura è che Settimo si farà da parte si ritirerà se verrà tutelata l’area parco BOR.SET.TO, proprio come prevedeva un nostro emendamento alla nuova legge regionale sui parchi.

Proposta bocciata dai colleghi regionali Pd del sindaco di Settimo

Come andrà a finire lo scopriremo presto, e finalmente si capirà se oltre alla volontà di proseguire ci sia una precisa volontà politica di sostegno pratico a questa vicenda o se è stato l’ennesimo spot elettorale.

M5S Borgaro

M5S Caselle

M5S Leinì

M5S Mappano

M5S Settimo

Giorgio Bertola Capogruppo M5S Regione Piemonte

GRUPPO M5S Consiglio Metropolitano Torino 

 

ONESTA'

 

Nella realtà della nostra comunità, nasce spontanea una riflessione sull’onestà del cittadino e pensiamo a come ci ritroveremo, se non interverremo con delle azioni correttive al più presto.
C’è una larga fascia di esempi che ci portano a pensare tutto ciò: dalle aziende che lavorano per il comune che non rispettano il capitolato e a cui non viene richiesta la penale; ai ragazzini che giocano a palla in piazza sotto ad un divieto; dal proprietario del cane, che sporca e di cui non viene raccolto l’escremento; al negoziante che come se niente fosse, ti pesa insieme al prodotto anche il contenitore o l’incarto come se ti cibassi anche di quello; dal ragazzino che prende a calci le vetrate delle fermate dei bus e quelli un po’ più cresciuti che distruggono con immenso piacere suo e dei coetanei che l’osservano, i giochi dei bimbi nei giardini pubblici; piccoli zingari aiutati dai genitori che frugano impunemente nei contenitori degli abiti; agli abbandoni di rifiuti tossici e non nel nostro paese.
si potrebbe continuare ancora, ma ci fermiamo qui per fare il punto della situazione, sperando sia una condivisone collettiva.
Ma un ragazzo o un’adolescente che vede e che sente tutto ciò, non potrebbe pensare che forse, non pagare la tassa dei rifiuti, oppure quando sarà adulto non fare a regola d’arte il proprio lavoro, o non pulire e raccogliere gli escrementi del proprio cane, non sia più comodo e meno faticoso, piuttosto che osservare le regole del buon vivere in comunità, del rispetto delle persone che prendono come regola di vita, L’Onestà.
Grande parola, non difficile da attuare, ma ci vuole un’aiutino da parte dell’amministrazione o dallo stato che in poche parole si chiama “CONTROLLO SUL TERRITORIO” & “SANZIONI”
Altrimenti ci avvicineremo sempre di più al degrado e non basterà aumentare le tasse per fare pagare agli onesti ciò che gli altri non hanno pagato, oppure ciò che hanno distrutto o vandalizzato.
Questo avrà un costo, ma è meglio spendere e prevenire prima per avere dei risultati concreti, piuttosto che poi per riparare i danni.
Le persone oneste hanno bisogno di SAPERE, di VEDERE e di SENTIRE, che lo STATO esiste.

SINTESI CONSIGLIO COMUNALE 16 NOVEMBRE 2015

I Consiglieri del Movimento Cinque Stelle di Borgaro, nel Consiglio Comunale che si è tenuto lunedì 16 novembre hanno presentato tre mozioni: la prima riguarda la richiesta di installazione dei mini punti ecologici(da dislocare in vari punti della città a costo zero per il Comune) utili per raccogliere materiale tipo pile, cellulari o altri piccoli rifiuti che spesso rischiano di finire nel rifiuto indifferenziato; la mozione è stata approvata all’unanimità, con coinvolgimento di Seta per la predisposizione e installazione: vedremo e vigileremo su come verrà effettuata l’installazione e quali saranno i reali costi/benefici di Seta.

L’altra mozione è stata la richiesta di revoca dell’appalto vinto da Soget S.p.a., una società che riscuoterà i tributi per il nostro Comune e in tutti i comuni aderenti all’Unione dei Comuni NET.
Peccato che questa società risulti indagata in molti comuni italiani ed abbia una condanna penale da parte del Tribunale di Taranto emessa in data 25 marzo 2014 e depositata in data 12 maggio del medesimo anno. La condanna ha comportato cinque anni di reclusione a carico di Maria Piccoli, presidente della Soget e madre dell’attuale presidente Di Lello Emilia, nonché condanne per altri responsabili e funzionari della società. Inoltre la predetta società è stata condannata alla “interdizione dall’esercizio dell’attività” e al “divieto di contrattare con la Pubblica Amministrazione” per la durata di un anno. E sembra proprio che in quel periodo la società abbia partecipato e vinto la gara d’appalto istituita dall’Unione dei Comuni NET. La nostra mozione è stata respinta dalla maggioranza perché “ L’AMMINISTRAZIONE NON RISPONDE DI QUESTI FATTI IN QUANTO AMBITO DI COMPETENZA DEI FUNZIONARI AMMINISTRATIVI CHE HANNO ISTITUITO LE PROCEDURE DI GARA E I CONTRATTI DI AFFIDO….
Una risposta incredibile, quasi surreale, uno scarico completo di responsabilità da parte del potere politico che quando gli fa comodo addossa le colpe ai funzionari amministrativi, che di fatto rispondono comunque agli amministratori politici votati dai cittadini.
Ci saremo aspettati dall’amministrazione una più attenta scelta di selezione, almeno a loro autotutela, viste le poco chiare vicende giudiziarie. Ma noi non ci fermeremo e proseguiremo a sostenere la richiesta di revoca dal contratto in tutti i comuni appartenenti all’Unione dei Comuni NET e analoga richiesta verrà presentata e discussa al Consiglio dell’Unione dei Comuni NET che si terrà a Mappano il 30/11/2015, a cui invitiamo tutti i cittadini a partecipare per poter vedere con quanta noncuranza queste amministrazioni gestiscono queste vicende.

Altri articoli...

LA COSA - guarda la webTV del MoVimento 5 stelle

 

 

Passaparola

il comune di Borgaro

Informazioni su questo sito

Il MoVimento 5 Stelle è una libera associazione di cittadini. Non è un partito politico nè si intende che lo diventi in futuro. Non ideologie di sinistra o di destra, ma idee. Vuole realizzare un efficiente ed efficace scambio di opinioni e confronto democratico al di fuori di legami associativi e partitici e senza la mediazione di organismi direttivi o rappresentativi, riconoscendo alla totalità dei cittadini il ruolo di governo ed indirizzo normalmente attribuito a pochi.

Il sito rappresenta il contenitore locale creato grazie ad uno degli attivisti per facilitare la gestione delle informazioni, organizzare gli incontri e rendere pubbliche le attività del gruppo MoVimento 5 Stelle di Borgaro Torinese. I suoi contenuti sono generati da attivisti e simpatizzanti. All'interno del forum chiunque, previa registrazione, ha la possibilità di dire la sua e proporre temi che possono essere così discussi dagli utenti del sito.


Questo sito inoltre non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. Gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy. Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.

Privacy Policy